• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

AFGHANISTAN


Difficile raccontare due secoli di storia, non vi prometto che ci riusciremo in questa nostra video chiacchierata, ma qualcosa in più io l’ho imparata partendo proprio dalla parola AFGHANISTAN. Per questo motivo sono andato a trovare al Teatro Elfo/Puccini Claudia Coli, Michele Costabile, Enzo Curcurù, Alessandro Lussiana, Michele Radice e Massimo Somaglino.


AFGHANISTAN:

IL GRANDE GIOCO

fino al 25 novembre 2018

Teatro Elfo/Puccini

(Sala Shakespeare)

Corso Buenos Aires 33 - Milano

di Lee Blessing, David Greig, Ron Hutchinson, Stephen Jeffreys, Joy Wilkinson

regia di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani

con Claudia Coli, Michele Costabile, Enzo Curcurù, Fabrizio Matteini, Michele Radice, Emilia Scarpati Fanetti, Massimo Somaglino, Hossein Taheri


AFGHANISTAN:

ENDURING FREEDOM

fino al 25 novembre 2018

Teatro Elfo/Puccini

(Sala Shakespeare)

Corso Buenos Aires 33 - Milano

di Richard Bean, Ben Ockrent, Simon Stephens, Colin Teevan, Naomi Wallace

regia di Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani

con Claudia Coli, Michele Costabile, Enzo Curcurù, Alessandro Lussiana, Fabrizio Matteini, Michele Radice, Emilia Scarpati Fanetti, Massimo Somaglino, Hossein Taheri, Giulia Viana


sinossi:

le cinque storie che compongono Il grande gioco ci conducono nell'Oriente sognato e romanzesco dei resoconti dei primi esploratori, per poi immergerci nelle atmosfere notturne di un melodramma noir, fino a farci precipitare in un clima da guerra fredda, mentre le cinque storie che compongono Enduring Freedom entrano nel vivo della storia contemporanea e delle sue contraddizioni: dall'ascesa dei Talebani e del terrorismo di matrice islamica, alla tragedia dell'11 settembre. Per sapere, per capire, per poter leggere la disperazione e la speranza negli occhi di chi è partito dalla valle del Panjshir per sedersi al nostro fianco in metropolitana.


Una lunga maratona, ma soprattutto due spettacoli che attraversano due secoli per raccontare i complessi rapporti tra l'Occidente e l'Asia Centrale. Un viaggio avventuroso, crudele e poetico lungo la storia dell'Afghanistan, e di un'area che si estende dall'India all'Iran, e che ci riguarda molto da vicino.


Buona visione.


Milano 14/11/2018

Video by TiTo

Foto by Laila Pozzo