• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

Al di la’ dei muri per ritrovarci al Teatro Out Off


Nelle stagioni 90/91 e 91/92 – all’indomani della Caduta del Muro di Berlino - l’Out Off presentò nella propria sala che allora era in Via Duprè una fortunata quanto inconsueta trilogia di testi che erano stati scritti al di là di quel Muro prima della sua caduta.


Questa Trilogia dell’Est Europa fu un progetto che determinò la nascita di un gruppo teatrale milanese che allora non si immaginava certamente di durare fino ai suoi attuali 30 anni di vita: Farneto Teatro. E nasceva anche dalla esperienza personale di Maurizio Schmidt (regista) nei teatri al di là di quel Muro.


Trent’anni fa in scena i seguenti testi:

Memorandum di Václav Havel, L’Orazio di Heiner Müller e Cassandra di Christa Wolf.


Oggi il Teatro Out Off e Farneto Teatro hanno deciso, in occasione del trentennale dalla Caduta del Muro di Berlino, di ripresentare la stessa trilogia.


Un atto consapevole e ponderato, certamente non è un atto di nostalgia o di autocelebrazione. È la loro proposta per riflettere su quegli avvenimenti che hanno cambiato il mondo intero.


Per saperne di più ho contattato Maurizio Schmidt che ha curato il progetto assieme a Elisabetta Vergani...

clicca su

PODCAST

per la nostra chiacchierata


AL DI LÀ DEI MURI

dal 14 novembre al 4 dicembre 2019

Teatro Out Off

via Mac Mahon 16 - Milano

progetto Trilogia dell’Est Europa

di Maurizio Schmidt, Elisabetta Vergani


Di seguito gli appuntamenti con i tre spettacolo, ma non solo, partiamo con ordine dal 14 al 24 novembre:

MEMORANDUM

di Václav Havel

traduzione di Gian Lorenzo Pacini

con Sebastiano Bronzato, Ludovico Fededegni, Lorenzo Frediani, Luca Mammoli, Valentino Mannias, Silvia Valsesia, Elisabetta Vergani

regia Maurizio Schmidt


sinossi

una commedia divertente e surreale, una vera e propria orgia verbale. La parola di Hàvel descrive le strutture dell’angoscia e vi gioca con una personalissima geometria. Crea una equazione matematica che evidenzia la banalizzazione del linguaggio per mostrare il totalitarismo ed i suoi effetti sui rapporti umani, la divinizzazione del progresso, la disumanizzazione, la disgregazione delle speranze, la paura e il senso di colpa. È già diffuso il sentimento della futura “rivoluzione di velluto” che seguì di pochi mesi la caduta del Muro di Berlino.


Dal 26 novembre al 1° dicembre e dal 5 al 8 dicembre è la volta di:

VERSO CASSANDRA

da Omero a Christa Wolf

drammaturgia e regia Maurizio Schmidt

con Elisabetta Vergani


sinossi

a trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino il mito di Cassandra è capace di evocare ancora i fantasmi della censura e dell’oppressione. È una telefonata all’antichità, la connessione tra due donne oltre il tempo. La drammaturgia nasce dalle suggestioni derivanti dall’Iliade, da una parte, e dal romanzo di Christa Wolf dall’altra. La messa in scena è l’incontro tra il lavoro di una attrice nel pieno della sua maturità espressiva e di una percussionista etnica di grande talento.


Chiude il terzo spettacolo in scena il 3 e 4 dicembre:

L’ORAZIO

di Heiner Mueller

traduzione Saverio Vertone

con e regia Maurizio Schmidt

al pianoforte Ramberto Ciammarugh


sinossi

un apologo, ambientato in un’antica Roma del pensiero, narrato da un’entità morale indeterminata. È un dramma teso a riconoscere che la verità è sempre impura, ma da dirsi con parole pure, è spericolata parabola contro l’adulterazione del linguaggio, una riflessione drammatica sulla ragnatela di nessi che esistono tra realtà e linguaggio. È il racconto delle difficoltà che incontra una comunità nel tentativo di raccontare imparzialmente i sanguinosi eventi della guerra.


È vero, gli spettacoli sono tre, ma gli eventi/incontri andranno ben ‘oltre il teatro’ per questo motivo vi rimando all’agenda (clicca QUI) del Teatro Out Off.


Non andiamo Al di là del muro, andiamo direttamente a Teatro Out Off per abbattere tutti i tipi di muri.


Buona serata


Milano 10/11/2019

Foto Farneto Teatro