• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

Il Sogno di Claudia Gambino e Francesco Meola


Dopo il debutto con La dodicesima notte è la volta di Sogno di una notte di mezza estate, secondo testo di William Shakespeare, in scena all’interno della stagione teatrale Anteprime… e non solo! del Teatro Pime di Milano (nata dalla collaborazione di PianoinBilico e GecobEventi).


Prima di presentarvi i mie ospiti, faccio un passo indietro nel tempo.


Era il 2011 quando una sera riuscii a vedere lo spettacolo (sempre sold out) Incendi regia di Renzo Martinelli. In scena, vidi per la prima volta quelli che poi sono diventati amici e spero, grazie al mio lavoro con TAGteatro, anche vostri amici; Federica Fracassi, Valentina Picello, Libero Stelluti e Francesco Meola.


Quest’ultimo sarà il protagonista assieme a Claudia Gambino il 9 febbraio 2019 (purtroppo data unica, ma ne seguiranno sicuramente altre) di una particolare versione del Sogno di Shakespeare. Per questo motivo, sono andato a saperne di più sul Sogno di Francesco (con lui in video Piera Mungiguerra e il musicista Carlo Lanfossi) durante le loro prove al Pime.


Si sa, quando uno fa una pausa dove si ritrova se non alla macchinetta del caffè, trasformando la nostra video chiacchierata in... un sogno o incubo? a voi la visione.



SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

data unica 9 febbraio 2019 ore 21:00

Teatro Pime

via Mosè Bianchi, 94 - Milano

regia Piera Mungiguerra

con Claudia Gambino e Francesco Meola

Voce Ippolita (Silvia Giulia Mendola)

Voce Teseo (Alberto Onofrietti)

Voce Egeo (Alberto Astorri)

Cantanti

Graziella Tiboni (soprano)

Bianca De Mario (soprano)

Renato Dolcini (basso)

Musicisti

Carlo Lanfossi (pianoforte)

Gianpiero Nitti (flauto doppio e tamburo)

Alessandra Bombelli (flauto)

Daniele Navone (corno)

Raffaele Maio (tromba)


sinossi:

la vicenda è quella tipica del fortunato testo shakespeariano: spazi incantati, musiche evocate, vesti nobili, maschere di carta, amori impossibili e comicità terrena. Con un pizzico di ironia e gioco legati al mondo infantile, il pubblico sarà invitato a entrare in un bosco incantato in cui quattro amanti si trovano a rincorrersi, amarsi e odiarsi senza sapere che dietro a tutto quel caos di sentimenti c’è Puck, a cui è stato affidato da Oberon, il re delle fate, il compito di punire la regina Titania. Contemporaneamente, viene narrata la vicenda di una sgangherata compagnia di comici che sta provando una recita per il matrimonio regale.


I sogni si sa, non hanno né regista e né padrone, forse per questo motivo conviene dire tutto quello che si è sognato, sperando prima o poi di trovarci un senso. Se, invece, voi volete trovare un senso ai vostri sogni non vi resta che andare a sognare al Teatro Pime, ma soprattutto sostenere i nostri talenti e per far sì che i loro sogni continuino per tanto e tanto tempo ancora.

Le bellissime musiche, da Mendelssohn a Purcell, ci accompagneranno in queste ‘buone visioni’ notturne. Per intanto vi lascio al Trailer dello spettacolo, una produzione Cantiere Birnam.



Milano 04/02/2019

Video by TiTo

Foto by Luca Meola


INFO E PRENOTAZIONI

GecobEventi