• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

Dialogando con Riccardo, Buscarini


Coreografo e artista che si concentra sul cambiamento costante del suo approccio creativo alla coreografia e sulle sue possibili interazioni con altre forme d’arte.

I momenti salienti della sua carriera fino ad ora includono la vittoria di The Place Prize 2013 con Athletes. Silk, la sua creazione per il Chelyabinsk Contemporary Dance Theatre (Russia) è stata nominata come Best Production e Best Choreographer della stagione 2016/17 al Golden Mask Festival (Teatro Bolshoi, Mosca). Negli ultimi due anni si è avvicinato alla regia d’opera dirigendo titoli di tradizione (Don Pasquale, Il Barbiere di Siviglia, Madama Butterfly) e contemporanei.


Sto parlando di Riccardo Buscarini, ma questa volta sono andato io a trovarlo nella sua bellissima città natale, Piacenza, prima del debutto al Teatro Municipale con il concerto multimediale che unisce musica acustica, elettronica, movimento e letteratura. Con noi alcuni elementi ensemble Collettivo_21.

DIALOGHI DALLA BOUTIQUE

Teatro Municipale

Via Verdi 41- Piacenza

di Thomas Adès, Alessandro Baldessari, Christophe Bertrand, Robert Muczynski, Jean-Claude Risset, Torū Takemitsu

in scena l’ensemble Collettivo_21 con Chiara Volpes (pianoforte), Daniele Nava (pianoforte), Lorenzo Di Marco (flauto), Miljan Minic (clarinetto), Rina Fukuda (percussioni)

la regia elettronica di Alessandro Baldessari

il movimento di Riccardo Buscarini


sinossi:

ispirato a La boutique del mistero, raccolta di racconti di Dino Buzzati di cui quest’anno ricorre il cinquantenario dalla pubblicazione, Dialoghi dalla Boutique è un’indagine della contemporaneità attraverso questioni più che mai attuali come il rapporto con il tempo, la necessità di un confronto con l’altro e, allo stesso tempo, il grande spettro della solitudine, il mondo tratteggiato e oscuro di Buzzati riemerge davanti a noi lettori e spettatori per farci riflettere, ancora una volta, sull’implacabile incedere della vita.


Di fatto Dialoghi dalla Boutique è una conversazione tra diverse arti e un incontro a quattrocchi con le nostre ombre.


Se vi siete persi Dialoghi dalla Boutique, Riccardo tornerà presto con un’opera di Giuseppe Verdi, La forza del destino sempre al Teatro Municipale di Piacenza, dove ricoprirà il ruolo di coreografo e assistene alla regia di Italo Nunziata, poi debutterà a Bari con Suite Escape ma anche con una nuova creazione a fine maggio 2019, un sestetto in collaborazione con la filarmonica di Chelyabinsk.


Per tutte le INFO vi rimando al sito di Riccardo Buscarini.


Buona visione.


Milano 27/11/2018

Video by TiTo