• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

L’Amore non è mai perfetto... è Altrove!


La Compagnia Freak porta in scena, al Teatro Out Off, un Musical con protagonista una famiglia non proprio perfetta (ma si sa la perfezione non è di questo mondo). Tra ricordi, incontri e cambiamenti, per la prima volta debutta a Milano:


AMORE ALTROVE

20-21 settembre 2019

Teatro Out Off

Via Mac Mahon 16 – Milano

testi e regia Alfonso Lambo

musiche e liriche di Davide Marchi

con Andrea Verzicco, Marta Belloni, Giovanna D'Angi, Angelo Di Figlia, Giovanni Abbracciavento, Bruno De Bortoli, Ilaria Spotti, Federico Tacchi


sinossi

protagonista una famiglia, formata da genitori separati e due figli. Il padre, Carlo, ha da sempre un sogno (quale? di seguito lo scoprirete). Anita, la mamma, una donna che dopo la separazione da Carlo prova a far funzionare le cose nella sua famiglia (come? anche in questo caso più avanti). Lucrezia, donna elegante e con un forte vissuto alle spalle, grazie al quale sente di poter insegnare alla figlia Anita, come vada gestita una famiglia. Sara e Tommaso, i figli, impegnati a far funzionare le loro personali storie d’amore rispettivamente con Mattia e Luca. In seguito ad un avvenimento particolarmente significativo, le vite di tutti verranno sconvolte, portando ogni personaggio a riflettere su quali siano, per loro, le cose davvero importanti.


Le musiche, dello spettacolo Amore Altrove, sono di Davide Marchi, giovane autore e arrangiatore della compagnia, nonché direttore musicale del quintetto acustico che suonerà live. Quindi, oltre alla musica dal vivo, la Compagnia Freak sale sul palcoscenico del Teatro Out Off con alcuni tra i maggiori professionisti del Musical italiano, insieme ai talentuosi giovani performer della compagnia, tra questi un volto noto ai miei lettori, la bravissima e bellissima Marta Belloni (QUI in tutta la sua bellezza) che ho contattato assieme a Andrea Verzicco per farmi raccontare qualcosa in più su questo loro Amore Altrove.


Marta:

come sempre grazie per aver accettato il mio invito. Chi è Anita?


Anita è una donna, una figlia, una mamma e una quasi ex moglie che gestisce due figli adolescenti con le loro differenti problematiche, un quasi ex marito che è rimasto adolescente ed una madre decisamente ingombrante.


Qual è il rapporto che lega queste due donne?


Sicuramente si vogliono molto bene, ma il loro forte temperamento e la vicinanza d'età non sempre permetteranno loro di dimostrarlo in un modo convenzionale.


Andrea:

ringrazio anche te per comparire per La prima volta (questo mi sembra un titolo di uno spettacolo che ti vedrà presto coinvolto!) sulle pagine virtuali del mio sito. Chi è Carlo?


Un sognatore incallito, un padre atipico, un casinista, un uomo buono che non si arrende…. più semplicemente, un essere umano.


(Il sogno di Carlo, vi posso anticipare, è quello di aprire una tavola calda, insieme al migliore amico Biagio interpretato da Federico Tacchi)


Marta:

la famiglia di Anita non è perfetta (W Dio, la perfezione non è di questo mondo). Cosa fa Anita per far funzionare le cose?


Corre! In continuazione, per qualsiasi cosa. Con le gambe, con i pensieri e con le parole... tante parole.


L’amore non è mai perfetto.... basterebbe riconoscere l’Amore nella sua imperfezione? Questo il messaggio...


L'amore non è mai perfetto, ma può essere autentico. E quando lo è, crea dipendenza. L'amore può esistere, nascere e crescere solo nella relazione tra due persone. La parola "perfezione" ha un significato statico, come se prendessimo l'amore come sentimento astratto e ne facessimo un'analisi a posteriori. Come si fa, però, a fare un'analisi a posteriori di qualcosa che non è ancora finito e che soprattutto per sua natura è in continua trasformazione? L'amore nel quotidiano ha talmente tanti colori, e dipende da talmente tanti fattori in fermento che definirlo rischia di ridurne la vitalità. Poi, quando decidiamo che questo fermento possa corrisponderci giorno per giorno e scegliamo che sia così, con tutti gli imprevisti, le novità e le fatiche quotidiane, beh, forse allora possiamo dire di amare. Questo il mio pensiero...


Andrea:

con Amore Altrove uno dei messaggi è quello di accettare l’imperfezione. Quali le altre tematiche affrontate?


Alcune delle tematiche che vengono affrontate sono: l’accettazione e la condivisione dei difetti che tutti noi ci portiamo appresso (in quanto persone), ma anche l’omosessualità e l’amicizia...


Qual è il tuo rapporto con Tommaso?


Tommaso è il mio “ometto”, mio figlio! Non credo si debba aggiungere altro.


Marta:

le ballerine sono sempre (questo nell’immaginario collettivo) alla ricerca della perfezione; nei movimenti coreografici, nelle linee.... tu?


La danza sicuramente richiede un rigore militaresco, alcuni stili più di altri. Questo in fatto di tecnica. Io sono molto severa con me stessa. È un lato del mio carattere che cerco di smussare costantemente perché può costituire un grosso freno se non viene sedato un pò. In questo senso il mio mestiere mi corre in aiuto perché, per esigenza professionale, mi trovo sempre a dovere/potere giocare con la mia istintività e questa è un'ottima terapia.


Tornando da Anita, che io sappia non sei mamma (ok, un figlioletto peloso nella tua vita c’è), togliendo i figli, cosa ti accomuna a lei e cosa no?


Con Anita sento di avere in comune il senso pratico, l'ironia (che nei momenti di tensione può, ahimè, sfociare nel sarcasmo) e la necessità di essere multitasking. Parlo molto, come lei, ma cerco anche di essere una buona ascoltatrice, al contrario di Anita.


Andrea:

stessa domanda, cosa ti accomuna a Carlo e cosa no?


Non so esattamente cosa mi accomuni a Carlo, non essendo padre nella vita, posso solo provare a dar vita ad una tipologia di padre che mi piacerebbe essere; presente ma mai soffocante, in totale accettazione delle peculiarità caratteriali dei figli. Un padre che, a suo modo, cerca di lasciare ai suoi figli il messaggio di vita in cui ha sempre creduto fortemente.


Marta:

l’Amore può perdersi Altrove? Se sì, perché...


Non lo so se l'amore possa perdersi Altrove, so solo che nella mia vita non mi auguro che succeda, né per i momenti positivi né per quelli negativi. Lavoro quotidianamente per riuscire a vivermi tutto, il più possibile.


Per Andrea Verzicco?


L’amore può perdersi, ritrovarsi, trasformarsi, confondersi e confonderti. Che sia accanto a te o altrove, poco cambia…l’amore resta sempre amore.


A fine serata cosa vorresti che mi portassi a casa tra; l’amore non è mai perfetto o cogliere l’attimo e vivere ogni momento come un’occasione?


Mi piacerebbe che portassi via con te, la convinzione che: essendo l’amore imperfetto, è bene coglierne ogni attimo, ogni sfumatura e vivere sempre le emozioni che porta con sé, per essere preparati a vivere l’amore quando ti si presenta davanti.


Come invogliare i lettori a venire al Teatro Out Off di Milano


Marta:

Amore Altrove è un musical originale molto divertente, ma anche commovente, diretto dal cuore del nostro regista Alfonso Lambo, con le bellissime musiche originali di Davide Marchi e una band dal vivo! Noi ruoli scopriremo molto di noi sul palco, ridendo e piangendo, e sono sicura che lo stesso succederà a chi verrà a vederci. Vi aspettiamo!


Andrea:

Il 20 e il 21 settembre noi saremo a teatro, pronti a raccontarvi una storia fatta di vita vissuta e fantasia Ci vediamo lì!


Cosa aspettate?

Se volete conoscere la famiglia imperfetta di Marta&Andrea alias Anita&Carlo, se volete farvi raccontare la storia di una famiglia moderna e lontana dallo stereotipo della famiglia perfetta, non vi resta che andare a Teatro Out Off.


Non perdete l’attimo, coglietelo al volo perché questa storia potrebbe non solo farci cantare, ballare e divertire ma anche... ok non posso svelarvi tutto anche perché Andrea, in privato, mi ha anticipato abbastanza!


Buona Serata

Milano 13/09/2019