• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

L'ospite di Ciro Masella, sarà una questione molto privata.


Si diploma presso la Scuola d’Arte Drammatica del CUT di Perugia ed inizia subito a lavorare con Massimo Castri per La Trilogia della Villeggiatura di Goldoni, successivamente per La Ragione degli altri di Pirandello, Orgia di Pier Paolo Pasolini, divenendone assistente alla regia; intanto recita in spettacoli per la regia, tra gli altri, di Luca Ronconi, Gigi Dall’Aglio, Federico Tiezzi, Ninni Bruschetta, Roberto Latini e tanti altri.


Sto parlando di Ciro Masella regista e attore dell’ultimo spettacolo in stagione del Teatro ì, grazie ad un altro spettacolo contemporaneo che ci farà riflettere sul bene e sul male, su quelle ‘bestia’ che ormai sempre più ognuno di noi si porta dentro e che al minimo e futile intoppo (una lite per un parcheggio, un semaforo, una bolletta, il condominio, la spazzatura…) prende sopravvento e ci trasforma in belve assetate di sangue.


Per una tematica più attuale che mai, non potevo perdere l’occasione di avere un Ospite, come Ciro Masella insieme al giovane attore, di origine albanese, Aleksandros Memetaj per una video chiacchierata comodamente seduti sulla scala del Teatro ì...



L’OSPITE: UNA QUESTIONE PRIVATA

dal 5 al 10 giugno 2019

Teatro ì

Via Gaudenzio Ferrari 11– Milano

di Oscar De Summa

regia Ciro Masella

con Ciro Masella e Aleksandros Memetaj


sinossi:

una storia che ci coinvolge tutti e che ci costringe a scegliere da che parte stare. Un gioco a tratti beckettiano con tinte alla Tarantino, in cui due attori si contendono strenuamente il torto e la ragione, il ruolo del “buono” e del “cattivo”, su quel confine pericoloso e sempre meno netto e sicuro fra bene e male. Il male e il bene, ciò che è giusto e ciò che non lo è, il torto e la ragione e quelle linee sottili che separano l’una dall’altra cosa; i limiti e i confini della giustizia e della propria personale libertà, i comportamenti umani e il loro sconfinamento nell’inumano, la paura e le sue derive.


L’ospite è uno spettacolo che non dà risposte, ma pone delle domande, semplici, che scaturiscono dall’inevitabile disagio della civiltà.


L’ospite è uno spettacolo che indaga il potere e la giustizia, il momento in cui nasce quell’assunzione di responsabilità, quel diritto-dovere che uno assume su di sé nel ritenere di essere all’altezza di giudicare ciò che è bene e ciò che è male, un desiderio di giustizia che nasce dall’impotenza.


Questa volta toccherà a Voi essere L’ospite, molto gradito, di Ciro e Aleksandros che vi aspetteranno nella piccola ma accogliente sala del Teatro ì. Avete poco tempo e come dico sempre, il Teatro ì è piccolino, si riempie in fretta! Io ci sarò. Voi?


Buona visione.


Milano 06/06/2019

Video by TiTo

Foto by Manuela Giusto