• Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • YouTube Icona sociale

2018 TAGteatro by TiTo

una finestra sempre aperta sul teatro

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi di più

Who is the King, una serie tv a teatro


La compagnia MusellaMazzarelli nasce nel 2009 dall’incontro tra Lino Musella (premio Hystrio 2004) e Paolo Mazzarelli (Premio Speciale Scenario 2001).

Tra il 2009 e il 2011 si auto-producono gli spettacoli Due cani (2009), Figlidiunbruttodio (2010, vincitore premio INBOX), Crack machine (2011), lavori basati su testi originali, scritti, creati e messi in scena sinergicamente dai due autori/registi/interpreti: ogni passaggio del lavoro, dalla scelta del tema alle scenografie, dalla regia all’interpretazione è condiviso al 50%.

Dopo il successo, nella modalità ‘prove aperte’ di luglio torna in scena, al Teatro Franco Parenti, con i primi due episodi, lo spettacolo Who is the King.


Per sapere come nasce una serie TV, ma a teatro, ho incontrato Lino e Paolo nel loro camerino ed è nata un'interessante chiacchierata.


WHO IS THE KING

DA WILLIAM SHAKESPEARE – LA SERIE

drammaturgia di Lino Musella, Paolo Mazzarelli

fino al 21 ottobre 2018

Teatro Franco Parenti | Via Pier Lombardo 14 - Milano

regia di Lino Musella, Paolo Mazzarelli

con Massimo Foschi, Marco Foschi, Annibale Pavone, Valerio Santoro, Gennaro Di Biase, Josafat Vagni, Laura Graziosi, Giulia Salvarani, Paolo Mazzarelli, Lino Musella

sinossi:

In Who is the king – da William Shakespeare, la serie assistiamo alla formazione di un vasto affresco nel quale, tra storia e poesia, le migliori qualità umane trionfano o soccombono contro le nere, eterne dinamiche del Potere.

Gli episodi 1 e 2 (che coprono gli eventi narrati in Riccardo II ed Enrico IV parte I) sono solo l’inizio di questo grande viaggio. Di fatti la serialità, in narrativa come in teatro, non è una novità del nostro tempo: le opere dei tragici greci ed i grandi romanzi russi dell’ottocento erano costruite su meccanismi seriali con pubblicazione a puntate. William Shakespeare ha saputo fare di più, dando vita nei primi anni del 1600 a qualcosa di impressionante, ha infatti messo insieme una sequenza di otto opere (Riccardo II, Enrico IV parte I e II, Enrico V, Enrico VI parte I, II, III, Riccardo III) che, messe in quest’ordine, raccontano poco più di un secolo della storia d’Inghilterra. Padri e figli, fratelli e zii, re e regine, ribelli e sudditi, personaggi di corte e viziosi impenitenti, formano tutti insieme un grande quadro che ritrae, a metà fra storia e poesia, l’abbraccio letale che da sempre vede le migliori qualità umane soffocare tra le braccia del potere.


Se non vogliamo essere soffocati dal Potere, non ci resta che combatterlo andando a Teatro. Perché il teatro è un passo avanti.


Buona visione.


Milano 17/10/2018

Video by TiTo

Foto by Salvatore Pastore